logo

Forza Giulia!

Ogni tanto un post serio ci vuole. Ogni tanto mi ricordo di essere ormai da troppi anni impegnato in quella serie di partiti che ha finito per sfociare nel Partito Democratico, nato con tante speranze e buoni propositi e sempre più deludente su tutti i fronti. Tra poche settimane ci saranno le primarie per eleggere il Segretario dei Giovani del PD, che qualche mentecatto vuole chiamare Young Democrats. Io faccio ancora anagraficamente parte di questi giovani, anche se purtroppo con il lavoro e l’impegno in circoscrizione mi sono un po’ distaccato dalla giovanile del partito, comunque sia la bandiera della sinistra giovanile (fregata ai compagni di Firenze durante un’antica manifestazione! Ciao compagni! :D) è sempre appesa in camera mia e mi farebbe piacere se i giovani democratici si facessero portabandiera delle istanze più avanzate in seno al partito. Purtroppo però sembra che i giovani stiano sempre più prendendo esempio dai vecchi…

Giulia Innocenzi è una (bella) ragazza di 24 anni impegnata da tempo nell’Associazione Luca Coscioni e nel Partito Radicale. Da radicale ha scelto di candidarsi a Segretaria dei Giovani del PD, e la sua decisione ha avuto l’effetto di smuovere le apparentemente (solo apparentemente) tranquille acque in cui parevano navigare i piccoli veltroniani. Cosa può portare Giulia al PD? Difesa della laicità, antiproibizionismo, diritti civili, ricerca, trasparenza politica, difesa della cultura e soprattutto a mio parere un po’ di sano contraddittorio perchè vivere sempre nell’aurea mediocritas in cui sembriamo andare a infognarsi non serve certo a nessuno. Giulia… diciamo che ha incontrato delle difficoltà. Il regolamento delle primarie non era certo chiaro e anzi pareva volutamente oscuro. I candidati… misteriosi. La raccolta delle firme… difficoltosa a dir poco. Eppure lei ha fatto un po’ di casino, è riuscita ad ottenere un po’ di chiarezza, una discussione a livello nazionale, insomma qualche risultato c’è stato… e la sua battaglia le sta facendo guadagnare dei sostenitori. Me per esempio.

Non che abbia tempo/modo/voglia (diciamolo) di fare molto, ma credo che anche solo rilanciare la sua voce e fare un po’ di passaparola serva a qualcosa. Inoltre voterò per lei, e mi ingegnerò per capire come portare qualche firma per la sua causa.

Intanto… ecco il suo blog, dove potete trovare le informazioni del caso. Coraggio e… speriamo di diventare un partito DEMOCRATICO davvero.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: