logo

100 Feet (Eric Red, 2008)

Il nome di Eric Red non sarà noto a molti, ma il regista di questo 100 Feet è stato nel 1986 sceneggiatore di The Hitcher, quindi qualcosa da dire ce l’ha di sicuro… 22 anni dopo ci propone una classica pellicola “da casa infestata” che si regge tutta sulle spalle della brava Famke Janssen, nella parte di una vedova agli arresti domiciliari per l’omicidio del marito (poliziotto) che la picchiava, marito che si ripresenta sotto le vesti di fantasma parecchio incazzato e non bendisposto a farsi dimenticare. I “100 piedi” del film sono la distanza massima che può percorrere Famke con il braccialetto elettronico che è costretta a tenere alla caviglia pena il ritorno in carcere. Convivenza forzata con un fantasma… un tema visto e rivisto ma qui narrato con una certa sapienza, pur senza picchi eccessivi. Oltre all’ottima interpretazione dell’attrice aiutano la regia solida e i buonissimi effetti speciali, forti di un budget non certo minuscolo (10 milioni), che rendono il fantasma del marito Mickey credibile, inquietante e ben realizzato. Non si abbonda col gore (anche se a dire il vero una scena molto molto violenta c’è… una sola, però) e la pelle scoperta della Janssen è pochissima, ma gli amanti del genere avranno lo stesso pane per i loro denti, e una certa spettacolarità soprattutto nel finale rende il film apprezzabile anche da tutti gli altri. Non una pellicola indispensabile, ma se la trovate…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: