logo

David Wellington – Monster Nation

Come tutti i miei tredici lettori sanno sono appassionato di horror, ma in particolare se c’è un filone che adoro è quello degli zombie. Sarà forse perchè con gli zombie si può dire (e fare) di tutto: esiste il filone “politico”, quello di Romero per intenderci, che resta insuperato, esiste il filone splatter, che conta decine, centinaia di titoli di varia qualità, e quello comico alla Shaun of the Dead. Gli zombie possono essere gotici, quasi fascinosi, oppure pieni di vermi e orripilanti, lentissimi e facilissimi da evitare oppure una massa schiacciante che ti insegue a tutta velocità. Cavolo, hanno fatto persino i porno sugli zombie! E io, ovviamente, li ho visti quasi tutti 😉

Se al cinema lo zombie regna sovrano in letteratura la fortuna è stata decisamente più limitata. Non è facile rendere lo zombie commerciabile senza il supporto di qualche immagine… per fortuna c’è qualcuno che, come Wellington, c’è riuscito. Monster Nation è il seguito/prequel di Monster Island, uscito un annetto fa su Urania Horror, pregevole romanzo che univa zombie romeriani a una trama non banale e qualche innovazione interessante. Per esempio, gli zombie conservano la loro lucidità mentale (beh, quasi tutta) se al momento della trasformazione in qualche modo hanno continuato a ricevere ossigenazione al cervello. Questo crea personaggi come Nilla, principale protagonista del prequel che – se eccettuiamo un’amnesia quasi totale e la fame di carne umana – ragiona come un’umana e riesce a passare per normale, sebbene a fatica. Il romanzo racconta il propagarsi del virus e i tentativi di contromossa del governo degli USA e in particolare di Bannerman Clark, unico capitano della Guardia Nazionale che riesce a opporsi in qualche modo agli zombie. La sua parte della trama si incrocia con quella di Nilla – con interessanti dettagli esoterici e il ritorno di un personaggio del primo libro… – e di Dick, un altro zombie questa volta senza cervello… interessante leggere il suo punto di vista. Le cose migliori del libro si hanno con i tentativi di organizzazione di una difesa, i capitoli restano sempre gradevoli ma a dire la verità Monster Island mi è sembrato più riuscito. Wellington qui gioca un po’ troppo su vari registri, passano in qualche caso a un grottesco che stona un po’. Le parti prettamente survival sono invece ben scritte e appassionanti. In ogni modo Monster Nation è un romanzo che… si divora. Consigliato! …e il terzo e ultimo capitolo della saga esce a settembre!

Info:

David Wellington – Monster Nation
Collana Epix #3 – Luglio 2009
313 pagg., 4.90€

3 thoughts on “David Wellington – Monster Nation”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: