logo

Alden Bell – Angeli e Zombie

angeli-e-zombie-bell-delos-books-280x392Pubblicato da Delos Books nella propria collana Odissea Zombie, Angeli e Zombie è il primo romanzo della serie The Reapers di Alden Bell, pseudonimo dello scrittore statunitense Joshua Gaylord. E’ la storia di Temple, quindicenne in viaggio solitario in ciò che rimane del sud degli USA dopo venti anni dal risveglio dei morti.
Contrariamente alla maggior parte dei romanzi del genere Angeli e Zombie ci racconta di un America ormai abituata alla presenza degli zombie, qui spesso chiamati Larve o Pellemorta; Temple, ad esempio, non ha mai conosciuto un mondo senza di loro, e seppure il pericolo sia sempre presente i morti viventi non sono mai al centro della narrazione, che punta più sull’evoluzione dei rapporti umani e sul tema del viaggio, in una sorta di “Sulla Strada” con gli zombie.
Bell pare giocare con i topoi dell’horror e del thriller (la caccia all’uomo, il rape & revenge, gli zombie, le famiglie di freak alla Non Aprite quella porta) per rielaborarli in tono lirico, mai sanguinoso o splatter (non fatevi ingannare dalla copertina). Gli spargimenti di sangue, quando ci suono, sono quasi sempre tra uomini e per colpa di uomini.
La scelta di presentare un futuro allo stesso tempo distopico ed ottimista paga fino ad un certo punto. Il romanzo è interessante, si legge rapidamente (anche per la brevità) e presenta almeno tre personaggi che rimangono impressi. Ma lo stile utilizzato è a volte farraginoso, specie nella prima parte, e la narrazione al presente impedisce un vero coinvolgimento nell’azione. Alcune trovate narrative, poi, sono irrealistiche. Se davvero l’umanità è sopravvissuta faticosamente ad una apocalisse avvenuta almeno venti anni prima come è possibile che ci sia ancora l’elettricità funzionante in paesi sperduti deserti da chissà quando, o si beva tranquillamente coca cola che dovrebbe essere scaduta da decenni?
Il pollice si ferma quindi a metà, non mi sento di valutare negativamente il libro ma neanche di consigliarlo agli appassionati di zombie. Il romanzo ha avuto un seguito nel 2012, ma è leggibile autonomamente.
Voto: ** 1/2
(recensione originariamente pubblicata su Orgoglio Zombie)

One thought on “Alden Bell – Angeli e Zombie”

  1. L'ho letto in lingua originale un paio di anni fa, e l'ho trovato meraviglioso: emozionante, adrenalinico, sorprendente, spaventoso, brutale, scritto divinamente… Non so ancora dire se, durante la traduzione, abbia perso in qualcosa, ma ho intenzione di leggerlo anche in italiano per cercare di scoprirlo, quanto prima! ^^

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: