logo

Novità dalle sale: 13/11/2014 – orsetti, testoni di cartapesta e Rocco Papaleo!

Un paio di film interessanti ma che resteranno in massima parte invisibili… perché?
– LA SCUOLA PIU’ BELLA DEL MONDO, di Luca Miniero. Con Christian De Sica, Rocco Papaleo, Angela Finocchiaro.
Genere: De Sica ancora Sboldato
Oh no, sta per arrivare il periodo dei film con Boldi e De Sica! Qui prova a ripulirsi un po’ scegliendo come partner Rocco Papaleo ed altri buoni attori come Angela Finocchiaro e Lello Arena, e puntando sul politically uncorrect con una storia di una classe di scalcinatissimi meridionali invitati per sbaglio in una scuola toscana perché il bidello aveva confuso Accra con Acerra.
Perché potrebbe piacere: un po’ più cattivello dei consueti cinepanettoni
Perché potrebbe non piacere: resta comunque un film con De Sica.
Voto: 😛
– DUE GIORNI, UNA NOTTE, di Luc Dardenne e Jean-Pierre Dardenne. Con Marion Cotillard, Fabrizio Rongione, Pili Groyne.
Genere: dramma del lavoro
Sandra ha sofferto di depressione, e anche se ora sta migliorando è considerata l’anello debole della catena nella fabbrica di pannelli solari dove lavora. Agli altri operai viene scelto di votare sul suo licenziamento, consapevoli che se decideranno di allontanarla verrà loro garantito un bonus di 1000€…
Perché potrebbe piacere: due grandi registi “da festival” ancora alle prese con i temi del lavoro a loro cari.
Perché potrebbe non piacere: non esattamente cinema d’intrattenimento…!
Voto: **1/2
– FRANK, di Lenny Abrahamson. Con Michael Fassbender, Domhnall Gleeson, Maggie Gyllenhaal.
Genere: testoni surreali
Jon è un semplice impiegato che quasi per caso si trova a dover sostituire il tastierista dei Soronprfbs, visto che quello originale ha tentato il suicidio. Nonostante la serata sia disastrosa viene invitato ad unirsi alla band per l’incisione del disco, e conosce sempre meglio gli altri componenti del gruppo, ognuno dei quali ha molti problemi psicologici… in particolare il frontman, Frank, che nasconde sempre il viso dietro una gigantesca maschera di cartapesta.
Perché potrebbe piacere: uno dei film da me più attesi, poetico, vagamente surreale, divertente, con grandi attori
Perché potrebbe non piacere: porca puttana, esce in SOLE 22 sale!
Voto: ****
– IL MIO AMICO NANUK, di Brando Quilici, Roger Spottiswoode. Con Dakota Goyo, Goran Visnjic, Bridget Moynahan.
Genere: animalini
Il piccolo Luke cerca di riunire un cucciolo di orso polare alla mamma…
Perché potrebbe piacere: magari alla fine la mamma sbrana tutti
Perché potrebbe non piacere: non ho 8 anni.
Voto: :P:P
– WORDS AND PICTURES, di Fred Schepisi. Con Clive Owen, Juliette Binoche, Christian Sheider
Genere: poeti alcoolici
Jack è un (ex?) poeta e lavora come insegnante, ma l’alcool gli sta creando molti problemi. Dina, ultima arrivata nel corpo docente, era un’artista figurativa, ma una malattia degenerativa le sta rendendo sempre più difficili i movimenti. Tra loro è AMMORE
Perché potrebbe piacere: amore, malattia, ottimi attori.
Perché potrebbe non piacere: mi sembra troppo studiato e didascalico, non fa per me.
Voto: 1/2*
– LO SCIACALLO – THE NIGHTCRAWLER,  di Dan Gilroy. Con Jake Gyllenhaal, Rene Russo, Bill Paxton.
Genere: tivù veritè
Lou è un disoccupato che si trova per caso sulla scena di un brutto incidente stradale. Ha così l’illuminazione: ogni notte correrà sui luoghi delle emergenze per riprendere immagini cruente da rivendere ai network. Finché non incapperà in due assassini…
Perché potrebbe piacere: ha la struttura di un classico b-movie nobilitato da un ottimo attore protagonista.
Perché potrebbe non piacere: i b movie bisogna anche saperli fare, e Gilroy è all’esordio come regista.
Voto: ***
– CLOWN, di Jon Watts. Con Andy Powers, Laura Allen, Peter Stormare.
Genere: avete presente It no? HORROR!
Un padre si traveste da clown per il sesto compleanno del figlio, ma a fine serata non riesce più a togliersi trucco e parrucco, e il costume comincia a cambiare la sue personalità…
Perché potrebbe piacere: lo spunto è vagamente interessante se non buttano tutto in vacca o si prendono troppo sul serio.
Perché potrebbe non piacere: il giusto mezzo è una misura difficile da raggiungere
Voto: ???
– IL LEONE DI VETRO, di Salvatore Chiosi. Con Claudio De Davide, Christian Iansante, Maximiliano Hernando Bruno.
Genere: veneti o italiani?
22 Ottobre 1866, un referendum sancisce l’annessione del Veneto al Regno d’Italia…
Perché potrebbe piacere: mmmhh.. storicamente interessante?
Perché potrebbe non piacere: sembra una fiction di Rai2. E’ il film italiano inutile della settimana!
Voto: :P:P:P
– LA FORESTA DI GHIACCIO, di Claudio Noce. Con Emir Kusturica, Ksenia Rappoport, Domenico Diele.
Genere: orsi meno carini di Nanuk
Una favola nera in un paesino montano ai confini tra Italia e Slovenia, popolato da brutte facce e pure da un orso che assomiglia molto al fratellastro di Lorenzo, uno strano tipo coinvolto in affari probabilmente loschi…
Perché potrebbe piacere: Kusturica come attore? Una favola inquietante? Non sembra per nulla un film italiano…
Perché potrebbe piacere: vedi Clown, film così devono correre sul filo sottile tra tentazioni trash ed altre troppo liriche e noioseggianti.
Voto: ???
– TRE TOCCHI, di Marco Risi. Con Massimiliano Benvenuto, Leandro Amato, Emiliano Ragno.
Genere: uhm… sono confuso.
La storia di sei aspiranti attori… in un film “ispirato all’impegno sportivo di Pasolini”…  uhm?
Perché potrebbe piacere: uhm…
Perché potrebbe non piacere: ma che è sta roba???
Voto: :P:P:P:P
– SUL VULCANO, di Gianfranco Pannone.
Genere: documentario
Tre storie di rapporti tra il Vesuvio e la popolazione che vive alle sue pendici.
Perché potrebbe piacere: coinvolti nella produzione bei nomi del cinema italiano.
Perché potrebbe non piacere: alla fine è un documentario sul Vesuvio, su, lo guarderò quando passerà su Discovery Channel.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: