logo

Novità dalle sale: 15/01/2015 – la teoria del rutto

Un paio di filmetti interessanti in uscita oggi, andiamo a darci un’occhiata!
– EXODUS – DEI E RE, di Ridley Scott. Con Christian Bale, Joel Edgerton, John Turturro.
Genere: bibbialien
La storia biblica di Mosè, della fuga dall’Egitto e dell’Esodo degli ebrei verso la terra promessa, raccontato quasi come se fosse un fantasy. Ehi un momento, ma la Bibbia E’ un fantasy!
Perché potrebbe piacere: visivamente sembra splendido, Ridley Scott ha (ancora) i suoi fans…
Perché potrebbe non piacere: già siamo rimasti scottati da Noah…
Voto: *
– ASTERIX E IL REGNO DEGLI DEI, di Alexandre Astier, Louis Clichy. Animazione.
Genere: sono pazzi questi romani
Asterix. In 3D!
Perché potrebbe piacere: fin da bambino Asterix è sempre stato tra i miei cartoni preferiti.
Perché potrebbe non piacere: non so se rivedendoli ora mi piacerebbero allo stesso modo. Il 3D pare superfluo a dir poco.
Voto: **
– LA TEORIA DEL TUTTO, di James Marsh. Con Eddie Redmayne, Felicity Jones, Charlie Cox.
Genere: che fisico!
La vita, gli amori e gli studi di Stephen Hawking prima che diventasse lo Stephen Hawking che conosciamo.
Perché potrebbe piacere: film recitato in maniera straordinaria con dei momenti di grande dolcezza.
Perché potrebbe non piacere: ok la dolcezza, ma le esplosioni dove stanno?
Voto: ***
– HUNGRY HEARTS, di Saverio Costanzo. Con Adam Driver, Alba Rohrwacher, Roberta Maxwell.
Genere:bimbi indaco
Una veggente convince Mina che il suo sarà un figlio speciale, e che andrà protetto da ogni impurità del mondo. Così lei comincia a nutrirlo solo di cibi biologici da lei coltivati e ad essere ossessionato da lui. La cosa non fa bene ne al bimbo ne alla coppia…
Perché potrebbe piacere: un argomento molto difficile con ottimi attori, girato come un thriller. 
Perché potrebbe non piacere: a Venezia ebbe molti adoratori ma anche molte critiche pessime. Un film che divide.
Voto: *** 1/2
– ITALO, di Alessia Scarso. Con Marco Bocci, Elena Radonicich, Barbara Tabita.
Genere: bau
Un sindaco emette un’ordinanza che vieta i cani randagi, ma un golden retriever appare in paese e tutti si affezionano a lui.
Perché potrebbe piacere: i cani piacciono a tutti.
Perché potrebbe non piacere: a parte che è impossibile che un golden retriever venga abbandonato così, questo è chiaramente il film italiano inutile della settimana!
Voto: :P:P:P
– STRIPLIFE, di Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi, Valeria Testagrossa, Andrea Zambelli. Con Jaber Abu Ryila, Mohammed Antar, Majd Antar.
Genere: gazzato
Una giornata sulla striscia di Gaza riassunta in 64 minuti
Perché potrebbe piacere: rigoroso filmmaking indipendente
Perché potrebbe non piacere: rigoroso filmmaking indipendente
Voto: 1/2*
– BANANA, di Andrea Jublin. Con Ascanio Balbo, Anna Bonaiuto, Giorgio Colangeli.
Genere: fruttuoso
Giovanni ha 14 anni, è innamorato di Jessica, una sua coetanea ribelle che sta per bocciare a scuola, e del calcio. Ma i piedi non lo aiutano, e un po’ per la sua scarsa mira un po’ per la maglietta del Brasile che indossa sempre è soprannominato Banana.
Perché potrebbe piacere: esordio al cinema di un regista già candidato all’Oscar per un suo precedente corto. Gli attori, anche quelli giovani, sembrano bravini!
Perché potrebbe non piacere: chi si fida degli esordi italiani?
Voto: **

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: