Dylan Dog tagged posts

Dylan Dog #373 – La Fiamma

Dylan Dog #373 La Fiamma

Si potrebbe fare un post muto, sul nuovo Dylan Dog dei Paguri (Emiliano Pagani alla sceneggiatura, Daniele Caluri ai disegni). La Fiamma può sembrare a prima vista un Maniac Cop qualsiasi, ma letto ieri mentre in Catalogna succedevano quello che succedeva… L’horror (e quindi Dylan Dog) è sempre più efficace quando racconta l’attualità, ma qui sono fin troppi i punti di contatto...

Read More

Dylan Dog – Il Pianeta dei Morti – Nemico Pubblico n.1

Nella copertina dell’ultimo speciale de Il Pianeta dei Morti sembrava che i ritornati stessero inseguendo Dylan Dog, ma a guardare bene si notava come il nostro ingrigito Investigatore dell’Incubo si stesse in realtà muovendo parallelamente a loro. Non un caso. Come non è un caso che nello speciale 30 – Nemico Pubblico n.1 – appena uscito, il nuovo copertinista Marco Mastrazzo (bravissimo) ce lo ritragga fermo, quasi sorridente, ad assistere all’orda di zombie che sta correndo verso qualcos’altro (o chissà, scappando da qualcos’altro), sullo sfondo di una Londra in rovina.

Il Pianeta dei Morti

Un anno fa Alessandro Bilotta giocava con i concetti di fine ed inizio, su consapevolezza ed oblio, sui modi diversi di affrontare la tragedia di un mondo che finisce...

Read More

Dylan Dog #370: Il Terrore

Dylan Dog 370

Dylan Dog non ha mai avuto paura di prendere posizione. Fin dai primi numeri, quando Tiziano Sclavi ha cominciato a costruire le fondamenta del personaggio, sappiamo che il nostro investigatore dell’incubo preferito è vegetariano, non ama le armi, è vicino ai diversi e ai reietti della società e così via. Questa sua bontà negli anni è stata fin troppo sottolineata, e il declino di DD negli anni peggiori l’ha vista trasformarsi in una specie di maledetto buonismo (lo so, è una parola di merda). Era come se Dylan cercasse di non offendere nessuno, e questo in un fumetto che in primis vorrebbe essere horror è pericoloso, perché l’orrore – per riuscire bene – deve disturbare, dividere, dare fastidio, deve irritare qualcuno. Deve anche offendere.

E se c’è una cosa che Roberto Recchion...

Read More