logo

Category : Idee

05 Mag 2021

Guida rapida all’indignazione

Facciamo anche rapidissima, vi va? Se due ragazzini su twitter dicono che un vecchio (e brutto) film va censurato perché è sessista, non si tratta della “cancel culture che regna a Hollywood” che vuole distruggere la vostra infanzia. Sono solo due ragazzini che dicono stronzate su twitter per attirare l’attenzione. Se esce fuori la notizia che “vogliono censurare anche Biancaneve” perché il bacio del principe non era consensuale, prima di condividere indignati urlando allo stupro della vostra infanzia andate a […]

28 Apr 2021

Europa Nera #1 – Contenuti speciali: L’eccidio di Ronchidoso

La scelta di Gaggio Montano, paesone di poco più di quattromila abitanti sull’Appennino bolognese, come ambientazione per il racconto “Un Grande passo per l’umanità”, non è stata fatta a caso. Tra il 28 Settembre e il 4 Ottobre 1944 le truppe delle 16ª divisione di granatieri corazzati delle SS rastrellarono e uccisero più di sessanta persone come ritorsione per un attacco dei partigiani di Giustizia e Libertà. Vennero rastrellati partigiani e civili, uomini e donne, vecchi, adulti e bambini, alcuni […]

23 Apr 2021

The Ministry for the future

Se seguite qualcuna delle mie pagine social probabilmente avrete già letto dei miei commenti su questo romanzo. Ma repetita iuvant, soprattutto se si tratta di un’opera così importante come questa. The Ministry for the future è l’ultimo romanzo di Kim Stanley Robinson, pluri premiato autore di fantascienza già vincitore del Robert A. Heinlein Award e dell’Arthur C. Clarke Award. Parla… del nostro futuro prossimo. Del riscaldamento globale che mette a repentaglio la nostra esistenza e di cosa potremmo fare per […]

20 Apr 2021

Europa Nera #1 – Contenuti speciali: Sergej Pavlovič Korolëv

Il nome di Sergej Pavlovič Korolëv non è noto come quelli di altri eroi dell’epoca spaziale, ma la corsa allo spazio sarebbe stata completamente diversa senza di lui, e probabilmente i più grandi successi dell’esplorazione del sistema solare sarebbero arrivati in ritardo di anni senza la sua spinta e il suo contributo. Cosa c’entra Korolëv con le storie di Europa Nera? Se avete letto il secondo racconto, Un grande passo per l’umanità, avrete incontrato la figura del Capo Progettista, misterioso […]

14 Apr 2021

Europa Nera #1 – Contenuti speciali: Robert Capa

Avete letto il primo volume di Storie dall’Europa Nera, giusto? Forse nel racconto di Andrea Berneschi “Se cammini attraverso l’Inferno” vi sarà saltato agli occhi il nome di Friedmann, il “famoso fotografo” che accompagna Doyle, Pearson, Castellano e il resto delle truppe nello sbarco in Normandia. E forse “Friedmann” non vi avrà detto nulla. Ma se lo chiamo col suo famoso pseudonimo, Robert Capa? Endre Ernő Friedmann era un fotografo ungherese naturalizzato americano, divenuto probabilmente il reporter di guerra più […]

11 Apr 2021

Storie dall’Europa Nera

Ciao! Vi ricordate di me? Se la risposta è no… vi capisco. Sono rimasto colpevolmente assente dal blog per troppo tempo, un po’ per i molti impegni che si sono accumulati e un po’ perché avevo perso gli stimoli per dedicarmici. Ma negli ultimi tempi mi sta tornando la voglia. Quindi, chissà. Vedremo se riuscirò a mantenere i buoni propositi… La novità del momento è che ho un progetto (letterario e non solo) che mi sta prendendo moltissimo. Ci sto […]

19 Giu 2020

Di statue, proteste e #blacklivesmatter

Quando qualche giorno fa i movimenti di protesta del Black Lives Matter hanno cominciato in tutto il mondo ad abbattere o deturpare statue, molti commentatori hanno condannato la cosa citando i Talebani che nel marzo del 2001 distrussero i due giganteschi Buddha di Bamiyan, patrimonio mondiale dell’umanità per l’Unesco. Le grida di allarme più comuni sono state “non si può distruggere l’arte”, “non si può cancellare la storia”, “basta con i vandalismi”. Eppure quando nel 2003 hanno fatto il giro […]

19 Apr 2019

Quella sottile differenza tra satira, trolling e bullismo

Visto che Juventus e Napoli mi interessano meno di zero, la storia più importante di questi giorni è sicuramente la fama che ha improvvisamente colpito la social media manager (o quantomeno la persona incaricata di occuparsi di facebook) dell’INPS, che assediata da miliardi di proteste disperate sul reddito di cittadinanza ha cominciato a dare risposte più creative e meno istituzionali. Dai, le avete lette anche voi. La cosa ha dato vita a un miliardo di commenti, interventi, polemiche e prese […]