logo

Pierre Bordage – I Guerrieri del Silenzio

Era da tanto tempo che non rileggevo un libro di questo tipo, un bel volumone di quasi seicento pagine che rappresenta solo il primo capitolo di una trilogia che si preannuncia epica, di quella fantascienza che confina con la fantasy, avvicinabile a quel capolavoro che è la saga di Dune (beh, almeno all’inizio!). Pierre Bordage è uno degli autori più promettenti d’oltralpe, e questo è stato, nel 1993, il suo esordio. Un esordio già perfettamente maturo, se è vero che dopo le prime 50 pagine (scoglio invero duro da affrontare) la narrazione prende ritmo, i personaggi (soprattutto Tixu Oty, irresistibile perdente che si trova ad affrontare questioni più grandi di quanto avrebbe mai potuto immaginare) crescono e ci si trova coinvolti come accade poche volte. Se non spaventa il gradino di una certa pesantezza strutturale questo è un libro da avere.
La trama:

La Confederazione di Naflin è composta da quasi cento mondi, tra cui la ricca e raffinata Syracusa. Sotto la protezione della famiglia regnante, i misteriosi Scaythe di Hyponeros, provenienti da un pianeta lontano e dotati di poteri pischici terrificanti, sono gli organizzatori di un complotto che porrà una dittatura a capo della Confederazione. Ma il piano si complica quando le persone interessate al comando si moltiplicano e combattono tra loro… Chi potrà contrastarli? Il destino di ognuno potrebbe essere affidato ai cavalieri dell’Ordine absourate, che hanno un’imponente e autonoma organizzazione e sanno utilizzare a loro volta le armi del pensiero. Oppure a Tixu, semplice impiegato di un’agenzia di viaggi interplanetaria, che sta affogando i propri dispiaceri sul pianeta Due Stagioni. La sua vita infatti cambierà per sempre nel momento in cui una splendida Syracusana in fuga varcherà la soglia del suo ufficio. Tutti sono sulle tracce della donna: lei è l’ultima a possedere il segreto di una scienza molto potente che è all’origine di tutte le facoltà mentali…

L’autore

Pierre Bordage, nato in Vandea nel 1955, ha scoperto la passione per la scrittura negli anni ’70, restando folgorato dalla lettura di Cronache Marziane di Ray Bradbury. Il suo primo romanzo, I guerrieri del silenzio, è stato insignito del Grand Prix de l’imaginaire nel 1993; nel 1997 ha ottenuto il Prix Tour Eiffel con Wang, e due anni dopo, per Fables de l’Humpur, gli è stato assegnato il Prix Paul Féval de littérature populaire. Scrittore visionario e dotato di capacità narrative fuori dal comune, Bordage è oggi riconosciuto come uno dei piú grandi romanzieri francesi contemporanei. Il vangelo dello sciamano, premiato nel 2001 con il Prix Bob Morane, è il primo volume della trilogia delle Profezie, cui farà seguito L’angelo dell’abisso.

Info:

Pierre Bordage – I Guerrieri del Silenzio
Les Guerriers du Silence, 1993
Casa ed.: Fanucci
Collana: TIF Extra
584 pagg., 14.90€

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: