logo

Chuck (serie tv)

Chuck Bartowski era un ragazzo molto promettente: intelligente, con una bella fidanzata, studente con buon successo a Stanford… ma la vita, si sa, non rivela sempre sorprese positive. Chuck viene accusato dal compagno di stanza e migliore amico di aver copiato degli esami, espulso dall’università e lasciato dalla ragazza… che per giunta inizia ad uscire proprio col migliore amico che l’aveva tradito. E così una carriera potenzialmente in rampa di lancio si blocca sul nascere, e ritroviamo Chuck a lavorare nella catena di negozi di elettronica Buy More, tra i “nerd” che fanno assistenza. Tutto questo finché non riceve una email da Bryce Larkin, proprio l’amico che l’aveva tradito e che scopriamo essere un agente della CIA che, scoperto, riesce ad inviargli la email in punto di morte. Quando apre la mail, l’intero database governativo contenente segreti militari, un supercomputer neurale chiamato Intersect, si installa nel suo cervello. Chuck diviene quindi il prototipo di spia ideale, conosce il kung fu e qualsiasi arma, riesce a riconoscere supercattivi e doppiogiochisti a prima vista e riesce a fare connessioni che potrebbero risolvere qualsiasi crisi internazionale… se solo Chuck fosse una superspia allenata a funzionare in qualsiasi circostanza invece di un semplice commesso, ovviamente.
No, non lui!
La prima volta che vidi la prima puntata di Chuck mi fece pensare a una serie forse divertente ma un po’ banale. Ora che mi sono visto tutte e quattro le serie uscite finora quasi tutto d’un fiato mi devo ricredere: Chuck è molto divertente, ben studiato, ben recitato da quasi tutti gli attori e soprattutto con una trama che, per quanto semplice e stiracchiata per rimanere tra gli estremi della serie comedy d’azione, funziona ed appassiona.
Il cast

Chuck Bartowski è il protagonista, interpretato da Zachary Levi. Buonissimo attore, faccia simpatica, riesce a rendere molto bene il travaglio iniziale di un ragazzo semplice catapultato in un mondo lontanissimo dal suo… che però in parte è anche quello che ha sempre sognato. Chuck catapulta se stesso nel ruolo dell’Agente Segreto Charles Carmichael con abnegazione se non sempre con successo, ma alla lunga riesce a far valere anche le abilità sue, non solo quelle del capriccioso Intersect. Lentamente Chuck si immerge nei segreti del mondo e… diventa una spia. Anche se farà sempre fatica a separare i sentimenti personali dal dovere e scoprirà che anche la storia della sua famiglia non è così lineare come aveva sempre creduto.
Ovviamente strada facendo troverà anche l’amore…
Sarah Walker, interpretata da Yvonne Strahovski, è una delle migliori spie del mondo… oltre che una bella narda. Sarah viene mandata sulle tracce dell’Intersect inizialmente per capire dove diavolo sia finito, poi per proteggere ed addestrare quanto possibile il portatore, rimanendo a Burbank sotto copertura come finta fidanzata di Chuck e commessa nell’improbabile negozio bavarese Wienerlicious. Il lavoro di spia richiederebbe di non farsi coinvolgere da sentimenti personali, Sarah ci prova ma sembra avere qualche problema… Chuck ovviamente si innamora di lei e… dimenticavo… il suo vecchio partner era proprio Bryce Larkin, ed i due avevano una relazione.
John Casey, interpretato da Adam Baldwin, è un agente della NSA inviato anch’esso a proteggere Chuck. Gli viene trovato un lavoro sotto copertura come commesso e rappresenta i muscoli della squadra. Ha un passato da militare nei posti più caldi del mondo e si vede. Gran passione per le armi, è uno dei cecchini più micidiali del pianeta. E rimpiange ovviamente i bei vecchi tempi di Reagan, quando il mondo era più semplice. John è burbero e intransigente e non vede di buon occhio la permanenza al Buy More quando potrebbe essere impiegato nella risoluzione di vere crisi intorno al mondo, ma col tempo Chuck riuscirà a vincere anche la sua amicizia e a cambiarlo… poco a poco.
Morgan Grimes (Joshua Gomez) è il miglior amico di Chuck dai tempi dell’infanzia. Con lui condivide la passione per i videogiochi, per Star Wars e per tutto ciò che caratterizza l’essere nerd… e il lavoro. Anche Morgan è impiegato al Buy More e passa le giornate a cercare di lavorare meno possibile. Chuck suderà sette camicie per mantenergli segreta la sua doppia vita. Anche se da sempre innamorato della sorella di Chuck dopo qualche vicissitudine Morgan inizierà una relazione con la commessa del Buy More Anna Wu, un’asiatica dal look alquanto stravagante che cercherà di trasformarlo da nerd in vero uomo…
Ellie Bartowski e Devon “Awesome” Woodcomb (Sarah Lancaster e Ryan McPartlin) sono la sorella di Chuck e il suo fidanzato. Coppia perfetta per definizione, innamoratissimi, belli, sempre pronti a dare il loro supporto al fratellino che condivide con loro la casa. Devon, in particolare, è awesome in tutto ciò che fa. Sportivo, fisico curatissimo, sempre sorridente, dottore di successo… è inquietante, ecco. Chuck terrà nascosta anche a loro la sua doppia vita, anche se presto Devon scoprirà qualcosa…
Ci sarebbero moltissimo altri personaggi, tra quelli più ricorrenti e le infinite guest star di ogni serie, ma mi sento in obbligo di citare almeno i Jeffster! Jeff Barnes e Lester Patel sono altri due colleghi di Chuck nel Nerd Herd del Buy More, e la loro idiozia raggiunge livelli inquietanti puntata dopo puntata. La band da loro formata, i Jeffster, tenta di raggiungere il successo cercando qualsiasi occasione per suonare, anche all’interno del Buy More stesso… Jeff è la memoria storica del negozio, si fa di qualsiasi tipo di droga ed ha un passato di campione mondiale di videogames. Lester è un ebreo indiano del Canada… qualsiasi cosa voglia dire, e se solo potesse permetterselo sarebbe un cattivo coi fiocchi. Solo, come si fa a prenderlo sul serio? Impossibile sapere cosa ci sia dentro le loro menti… sempre che Jeff abbia ancora una mente, ovvio!
Chuck è una serie molto divertente e consigliata, anche se la trama non è priva di difetti. Ad esempio si trascorrono intere puntate a cercare di capire quale sia il vero nome di Sarah Walker, qualcosa viene anche svelato e poi… la cosa è semplicemente dimenticata, e persino il vero padre di lei la chiama Sarah. Anche altre sottotrame si perdono improvvisamente nel nulla, ma alla fine poco conta in una serie come questa, che fa dell’elemento comedy quello principale. Cercatela!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: