logo

Circle II Circle – Seasons will fall

che cover di merda. Si parte male.
Mi ricordo quando nel 2003 uscì il primo album dei Circle II Circle. Ero in piena fissa da Savatage, e la notizia del nuovo gruppo di Zack Stevens mi entusiasmò. Presi il disco con gran fiducia e… beh, carino, non male, solido metal alla Savatage, ma senza alcun guizzo. Ascoltabile ma non entusiasmante. Confesso poi di non aver seguito la band, i miei interessi musicali si sono spostati verso mille altre cose e scopro solo oggi che da allora hanno composto altri 4 dischi e 2 EP. Boh! Fatto sta che qualche giorno fa noto tra le novità questo Seasons will Fall, e preso da un inspiegabile impulso me lo accaparro. 
Entro in macchina, metto il cd nel lettore e…
– Ahahah, ma queso chi è, la parodia di Zack Stevens che fa la parodia di Jon Oliva! Maddai, hanno preso un nuovo cantante, se l’avessi saputo non avrei certo preso l’album.
Continuo comunque l’ascolto, perché beh, ormai era lì. Il disco è fatto con le b-sides dei dischi mediocri dei Savatage, per intendersi The Wake of Magellan e Poets & Madmen, con l’aggiunta di qualche c (o anche Z) side di Edge or Thorns. Una cagata. Butto via il cd e vado a vedere sul sito dei C2C chi è il nuovo cantante.
Oh cazzo, è sempre Zach Stevens. Ma era così penoso anche nei Savatage? Riprendo in mano Handful of Rain. No, cazzo, questo era un gran disco. E allora MA PERCHE’ CAZZO DEVI FARE LA PARODIA DI JON OLIVA?
Poi vabbé, non è che la musica sia eccezionale. Si salva la bella Only Yesterday, ma si sa, è perché sono un tenerone. (pippo pippo)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: