logo

Ribelle – The Brave (Mark Andrews, Brenda Chapman, 2012)

C’era grande attesa per The Brave, che era visto un po’ come la risposta della Pixar a chi pensava che lo scettro delle produzioni animate più innovative fosse ormai passato ad altri. Dopo i fiumi di lacrime provocati da Toy Story 3, infatti, il 2011 ci aveva regalato Cars2, visto come la prima mossa dichiaratamente commerciale della compagnia della lampadina. Il primo Cars è da sempre la maggiore fonte di introiti (gadget, figurine, videogiochi) per la compagnia, ed un secondo capitolo era quasi obbligatorio per rinverdire un po’ il ricordo del film. Intanto, però, gli altri avevano proposto Rango, Rio, Dragon Trainer, persino i Puffi 🙂 The Brave era annunciato come un’avventura classica, quasi Miyazakiana nello svolgimento, con un’animazione di livello qualitativo mai visto prima. E’ andata così?

Non proprio… beh, a livello tecnico è uno spettacolo, ambientazione affascinante, fluidità senza precedenti, un’attenzione ai dettagli che solo la Pixar riesce a garantire.

Avventura classica? Sotto certi punti di vista, fin troppo. Un anno prima la disney con Rapunzel ci ha presentato la storia di una principessa che trova il suo vero essere tramite la ribellione alla famiglia. The Brave è la stessa cosa… al contrario. La principessa Merida è fin da subito una ribelle, ma la storia le insegna a scendere a patti con la famiglia e la tradizione. Un punto di vista quasi conservatore, niente di male, ma…

Il vero problema di The Brave è che è tutto bello, tutto perfetto, l’animazione eccezionale, le espressioni mai così curate, i colpi di scena ben orchestrati, ci sono i personaggi comedy di contorno… la formula è seguita in maniera fin troppo precisa. Manca quel coinvolgimento emotivo che la Pixar ci aveva saputo regalare raccontandoci di robottini scassati, giocattoli fuori moda, vecchi vedovi e grassi scout poco svegli. Rimane una bella storia. Ma come ce ne sono… tante? Non tante, ma qualcuna si.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: