logo

Fargo – la serie tv

Fargo – il film – è uno dei miei preferiti di ogni tempo. Le valutazioni sulle opere dei fratelli Coen sono piuttosto divergenti da persona a persona, c’è chi li ama e chi li odia… io probabilmente sono di parte, visto che adoro praticamente qualsiasi cosa abbiano fatto, ma sono d’accordo con il parere del critico cinematografico più famoso del mondo, Roger Ebert, che ha dichiarato che Fargo è “uno dei migliori film che abbia mai visto, guardarlo significa sperimentare un piacere in costante crescita perché si capisce che i due cineasti si sono assunti dei rischi enormi […] e hanno realizzato un film che è nel contempo originale e familiare come una vecchia scarpa”. Fargo, pur partendo da presupposti tutto sommato piuttosto classici, spazia a 360° riuscendo a divenire qualsiasi cosa: una commedia, un giallo, un dramma, un film violento e dolce, triste e comico, spietato e compassionevole. Un film stralunato e concretissimo, come da miglior tradizione Coeniana.
Quando ho saputo dell’esistenza di una serie tv mi sono gasato, lo confesso 😛 Una storia come quella di Fargo è adattissima ad una narrazione seriale. Poi ho scoperto che la serie vorrebbe narrare una storia diversa (e presumo con personaggi diversi?) ad ogni stagione, proprio come la recentissima True Detective… e mi sono esaltato ancora di più. Soprattutto perché i fratelli Coen figurano come produttori esecutivi, garantendo il loro tocco sul prodotto finale. E fin dalla prima puntata il tocco Coen è visibilissimo…
E’ la storia di un assicuratore sfigato e di scarso successo, Lester Nygaard (Martin Freeman), vessato dalla moglie odiosa che gli rinfaccia qualsiasi cosa e persino fatto oggetto di bullismo per strada da un vecchio compagno di classe, che gli rompe il naso. Al pronto soccorso Lester incontra uno strano tipo appena giunto in città, Lorne Malvo (Billy Bob Thornton), e con lui si sfoga. Lorne gli fa intendere che è disposto ad uccidere il bullo, se lui vuole, e quando chiede una conferma esplicita Lester non riesce a rispondere in nessun modo. Il giorno dopo, il bullo muore… e sarà solo il primo di una serie di omicidi nel tranquillo e freddissimo Minnesota…
Fargo vive soprattutto dei suoi personaggi chiave: Lester, lo sfigato che si trova a vivere una dubbia moralità, Lorne, non definibile neanche cattivo, proprio al di sopra di ogni morale, l’agente Molly Solverson (Allison Tolman), perfetta come nuova Frances McDormand, Gus Grimly (Colin Hanks), agente di polizia e padre single, buono ma non troppo sveglio… e così via. Un cast di ottimi attori che sanno dare vita a personaggi talmente surreali e “fuori” da non poter esistere che in quel preciso universo narrativo. La narrazione è a volte lenta, ma lo humour nero, i colpi di scena, la perfetta resa delle atmosfere che erano nel film lo rendono imperdibile… 
Note di merito poi per alcuni dettagli minori: i richiami al film in tanti piccoli e grandi dettagli, i personaggi minori se possibile ancora più perfettamente delineati anche solo con pochi battute di quelli principali, l’intrecciarsi delle trame che da vita ad un filo giallo anche intrigante, soprattutto per il mistero di Lorne… la serie avrà proprio stanotte il suo season finale, e me la finirò di gustare nei prossimi giorni 🙂
Voto: **** 1/2

4 thoughts on “Fargo – la serie tv”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: