logo

Novità dalle sale: 09/10/2014 – Tutto molto brutto

La settimana dei presunti capolavori dai paesi inaspettati (e che ovviamente non guarderà nessuno!):
– MAZE RUNNER – IL LABIRINTO, di Wes Ball. Con Dylan O’Brien, Kaya Scodelario, Thomas Brodie-Sangster
Genere: misteri young adult
Ma quello… THE FAPPENING!
Si sa, il genere young adult è quello che più di tutti tira negli ultimi anni. Maze Runner è ovviamente tratto da un bestseller del genere (di James Dashner) ed unisce bei ragazzoni spersi in un labirinto senza memoria, atmosfere misteriose alla Lost, mostroni ed ovviamente una speranza di serialità, se questo primo capitolo avrà successo. E successo, almeno negli USA, c’è stato: 72 milioni di incasso a fronte di 34 di budget.
Perché potrebbe piacere: il fascino del labirinto intriga
Perché potrebbe non piacere: sembra piuttosto televisiveggiante e non c’è Jennifer Lawrence
Voto: **
– THE EQUALIZER – IL VENDICATORE, di Antoine Fuqua. Con Denzel Washington, Marton Csokas, Chloë Grace Moretz
Genere: neri che menano
Denzel Washington is not impressed
Dopo Training Day il regista Antoine Fuqua torna a dirigere Denzel Washington, con una sanguinosa storia di vendetta di un ex agente CIA, apparentemente innocuo ma in realtà pericolosissimo, contro la mafia russa. 
Perché potrebbe piacere: ottimo regista, ottimo inteprete, tante bbbotte!
Perché potrebbe non piacere: troppe botte?
Voto: ** 1/2
– IL REGNO D’INVERNO – WINTER SLEEP, di Nuri Bilge Ceylan. Con Haluk Bilginer, Melisa Sozen, Demet Akbag
Genere: turchi che vincono festival
Il trionfatore del festival di Cannes esce nelle sale. In un piccolo villaggio dell’Anatolia Aydin è il proprietario di un albergo nel quale accorrono turisti per visitare antiche case scavate nella roccia, ma anche di diverse case che affitta a tanti inquilini. Forse succede anche qualcosa, ma non so!
Perché potrebbe piacere: ha vinto Cannes, ne parlano come di un capolavoro, ha 9.0 persino su Imdb
Perché potrebbe non piacere: è un film turco che dura più di tre ore
Voto: ****
– CLASS ENEMY, di Rok Bicek. Con Igor Samobor, Natasa Barbara Gracner, Tjasa Zeleznik
Genere: suicidi sloveni

Slovenia is the new Hollywood

Quando una studentessa si suicida i suoi compagni di classe danno la colpa al nuovo professore di tedesco, con il quale vivono un rapporto conflittuale…
Perché potrebbe piacere: un altro film che viene definito quasi un capolavoro…
Perché potrebbe non piacere: prima i turchi, ora gli sloveni… ma un bel film con le esplosioni ammerregano?
Voto: ****
– I DUE VOLTI DI GENNAIO, di Hossein Amini. Con Viggo Mortensen, Kirsten Dunst, Oscar Isaac
Genere: thrillerone quasi storico

Atene, 1962: una coppia di ricchi turisti americani incontra il conterraneo Rydal, che dopo la morte del padre sopravvive facendo la guida turistica per gli stranieri come lui… e forse anche il truffatore.
Perché potrebbe piacere: oltre all’ottimo cast il regista è lo sceneggiatore di robetta come Drive, Jude e Le Ali dell’Amore
Perché potrebbe piacere: a partire dalla locandina stessa sembra un film d’altri tempi
Voto: ***
– AMORE, CUCINA E CURRY, di Lasse Hallström. Con Helen Mirren, Om Puri, Manish Dayal
Genere: speziato

Lotta di classe ed etnica tra un nuovo ristorante indiano ed un classico ristorante francese in un incantevole villaggio del sud della Francia
Perché potrebbe piacere: perché il curry rende tutto migliore
Perché potrebbe non piacere: una copia di Chocolat che non mi ispira molto… curry a parte.
Voto: *
– TUTTO MOLTO BELLO, di Paolo Ruffini. Con Paolo Ruffini, Frank Matano, Nina Senicar
Genere: merda

Ci mancava solo il film di Paolo Ruffini.
Perché potrebbe piacere: siete parenti di Paolo Ruffini o dei totali idioti
Perché potrebbe non piacere: perché è il secondo film di Paolo Ruffini
Voto: :P:P:P:P:P
– IO STO CON LA SPOSA, di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry. Con Tasneem Fared, Abdallah Sallam, MC Manar Manar
Genere: docufiction?

Un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano incontrano a Milano cinque palestinesi e siriani sbarcati a Lampedusa in fuga dalla guerra, e decidono di aiutarli a proseguire il loro viaggio clandestino verso la Svezia organizzando un finto matrimonio con l’aiuto di parenti ed amici.
Perché potrebbe piacere: è una storia incredibilmente vera
Perché potrebbe non piacere: bene idee ed intenzioni, la realizzazione non sembra così interessante. E’ il film italiano inutile della settimana!
Voto: 1/2 *
– AMOREODIO, di Cristian Scardigno. Con Francesca Ferrazzo, Michele Degirolamo, Chiara Petruzzelli
Genere: Erika & Omar

Una coppia di adolescenti vuoti ed annoiati decide di ammazzare mamma e fratellino di lei. Nomi cambiati, ma ovviamente è “ispirato” alla vicenda di Erika e Omar a Novi Ligure.
Perché potrebbe piacere: seguite tutte le ricostruzioni di fatti macabri di Chi l’ha visto e di quel programma di cronaca di La7 di cui non ricordo il nome, mannaggia
Perché potrebbe non piacere: perché sembra disgustosamente brutto
Voto: :P:P:P:P:P

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: