logo

Episodio Uno: Wicked City

La sfavillante e drogatissima Los Angeles del 1982, il Sunset Strip, tante ragazze facili, il rock’n roll, una aspirante giornalista, un detective che ha perso il partner ed al quale ne è stato appioppato uno con cui non va d’accordo, la stripper (forse?) con cui ha una relazione clandestina, un serial killer che sembra voler ripercorrere le tracce dello Strangolatore di Hillside e… che cerca l’anima gemella? Questi sono gli elementi che vanno a comporre…
WICKED CITY
La nuova serie ABC con Taissa Farmiga (ormai la vedo dappertutto!), Jeremy Sisto ed Ed Westwick pare partire da presupposti non esattamente originali. Ma in fondo è davvero necessario essere originali? Decine di serie tv e film ci hanno dimostrato che non è necessario a tutti i costi dire qualcosa di nuovo, basta dirlo in maniera nuova… o anche più semplicemente dirlo bene, per creare una narrazione solida ed avvincente.
…il problema è che Wicked City non è nulla di tutto questo. E’ una sagra dello stereotipo che forse sarebbe potuta andar bene dieci anni fa… ma francamente ne dubito. E’ una continua successione di dialoghi già sentiti, personaggi già visti, colpi di scena previsti già un quarto d’ora prima. Ed è strano per una serie del genere, che dopotutto coinvolge attori di notevole talento ma li convince (o costringe?) a recitare svogliatamente, quasi con la consapevolezza che Wicked City non verrà rinnovata, o più probabilmente verrà cancellata. E fatta eccezione per la spettacolare colonna sonora nessuno ne sentirà la mancanza…
Voto: :P:P:P
Continuerò a guardarla: assolutamente no.

5 thoughts on “Episodio Uno: Wicked City”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: