logo

Novità dalle sale: 26/02/2015 – Superfast, superiamo questa settimana che è meglio

TANTISSIME proposte interessanti al cinema questa settimana, e se volete sapere quali sono leggetevi l’articolo della scorsa settimana, perché questa non esce un cazzo! Ovvero..
– BLACK OR WHITE, di Mike Binder. Con Kevin Costner, Octavia Spencer, Jillian Estell
Genere: che si gioca a scacchi?
Kevin Costner che fa l’antirazzista
Perché potrebbe piacere: Kevinone è a mio parere un attore molto sottovalutato
Perché potrebbe non piacere: forse se scegliesse di recitare il film decenti sarebbe meno sottovalutato.
Voto: 😛
– FOCUS – NIENTE E’ COME SEMBRA, di Glenn Ficarra e Picone John Requa. Con Will Smith, Margot Robbie, Rodrigo Santoro
Genere: thrilleraccio
Storia d’amore travestita da thriller tra il master manipulator WIll Smith e quella topa incredibile di Margot Robbie
Perché potrebbe piacere: quella topa incredibile di Margot Robbie
Perché potrebbe non piacere: il film sembra una di quelle cose modaiole e visivamente cool ma sotto sotto deboline
Voto: *
– THE SEARCH, di Michel Hazanavicius. Con Bérénice Bejo, Annette Bening, Maxim Emelianov
Genere: no war
Filmone francese sulla guerra in Cecenia, realizzato grazie al successone del precedente film del regista, il premio Oscar The Artist
Perché potrebbe piacere: il regista ha già dimostrato di essere bravo..
Perché potrebbe non piacere: le recensioni che ho letto parlano di mattonata indigeribile di due ore e mezzo. No.
Voto: :P:P:P
– SUPERFAST, SUPERFURIOUS, di Jason Friedberg, Aaron Seltzer. Con Alex Ashbaugh, Dale Pavinski, Lili Mirojnick
Genere: superparodia
Embè che volete sapere? E’ la parodia di Fast & Furious fatta con attori sconosciuti, cani ma somiglianti agli originali
Perché potrebbe piacere: le parodie stupide piacciono sempre ai dodicenni
Perché potrebbe non piacere: sono cresciuto (non molto)
Voto: :P:P:P:P
– NESSUNO SI SALVA DA SOLO, di Sergio Castellitto. Con Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Anna Galiena
Genere: drammone italiano 100%
Anche solo il cast sembra un bignami del cinema italiano evitabile: Castellitto, Scamarcio, Trinca, Galiena, tratto da un libro della Mazzantini… roba che se questo film prova a varcare le Alpi risorge appositamente Annibale per fermarlo schierando gli elefanti.

Perché potrebbe piacere: se vi sono piaciuti i diciattordici film italiani simili degli ultimi anni Castellitto è sicuramente tra i meno peggio
Perché potrebbe piacere: ma a chi sono piaciuti? Eppoi è il film italiano inutile della settimana!
Voto: :P:P:P
– SENZA LUCIO, di Mario Sesti.
Genere: documentario
Lucio Dalla mi stava simpatico, ma da qui a guardare un documentario su di lui…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: