fbpx
logo

Tag : 2014

13 Dic 2014

Zombeavers!

Recensione pubblicata originariamente su Orgoglio Zombie! Ormai si è capito che basta poco per far parlare la rete e per donare notorietà ad un film. Basta una piccola, fulminante idea per mettere in moto voci, per generare attesa, per attirare finanziamenti. Così nasce un piccolo successo come Zombeavers, che grazie ad un semplice gioco di parole (castori zombie, ma vi ricordiamo che beavers in inglese può indicare anche il sesso femminile…) ha ottenuto l’attenzione di tutto l’universo horror e non […]

10 Dic 2014

Maze Runner – Il labirinto del cazzo

Tanti e tanti anni fa, almeno una decina, due amici aspiranti scrittori mi proposero di collaborare ad un esperimento di romanzo a sei mani nel quale avremmo dovuto scrivere un capitolo a testa. Provai ad iniziare io, e buttai giù un capitolo su dei ragazzi che si risvegliavano senza memoria (e nudi, ma questa parte non l’hanno ripresa :D) all’interno di delle stanze sicure nel bel mezzo di un complicato labirinto, mentre nei cunicoli delle creature biomeccaniche davano loro la […]

03 Dic 2014

Draghi Trainer 2

No Mario, il titolo non parla di te… sigh… Il primo Dragon Trainer era un gioiellino di tecnica e narrazione, ma anche un film che in maniera apparentemente semplice riusciva a veicolare messaggi non banali (l’amore per il diverso, la ribellione, l’eterodossia) anche ricorrendo a scelte piuttosto impopolari per un film per ragazzi, come la mutilazione del protagonista. Il sequel… fa la stessa cosa. O almeno ci prova. Distaccandosi dall’ambientazione originale e cercando di esplorare maggiormente il mondo che circonda […]

26 Nov 2014

Divergent!

Lo so che sono dannatamente fuori target, ma i film young adult continuano ad incuriosirmi, soprattutto perché quasi sempre si tratta di distopie futuristiche, un genere narrativo che mi ha sempre affascinato. Così sulla scia di The Hunger Games e prima di The Maze Runner ecco qua Divergent, tratto da una fortunatissima serie di romanzi di Veronica Roth! In un mondo rigidamente diviso in caste ogni ragazzo è sottoposto al compimento della maggiore età ad una scelta: quale classe sceglieranno? […]

19 Nov 2014

Un milione di modi per morire dal ridere nel West

Un milione di modi per morire nel West era probabilmente uno dei film più attesi del 2014, non fosse altro che per il nome del regista, Seth MacFarlane, lo stesso di uno dei film di culto degli ultimi anni, Ted. Il problema è che Ted a me non aveva fatto così impazzire, l’avevo trovato a tratti divertente ma sopravvalutato. Frammentato, soprattutto. E si che io adoro l’altra creatura più famosa di MacFarlane, i Griffin! Un milione di modi per morire […]

18 Nov 2014

Edge of Tom-tom (orrow)

C’era una volta Ricomincio da Capo, geniale film del 1993 in cui Bill Murray ripeteva in continuazione la stessa giornata. Secondo la maggior parte dei critici Edge of Tomorrow fa un po’ la stessa cosa con Tom Cruise e gli alienoni cattivoni, ma la verità è un’altra… Edge of Tomorrow è un enorme videogame in cui il giocatore è costretto a ripartire dall’ultimo check-point ogni volta che muore nel gioco, senza conseguenza di rilievo sulla propria salute (ok, un pochino […]

09 Nov 2014

Tu sei la miaaaaa…. Anarchiaaaa… – La Notte del Giudizio

Il primo La Notte del Giudizio mi era davvero piaciuto! Un sano b-movie come quelli di una volta, senza troppe complicazioni, con una bella atmosfera di assedio, uno spunto interessante e distopico, qualche idea visiva niente male (le maschere!) e un ritmo che sapeva prendere dall’inizio alla fine. Attendevo il seguito (dello stesso regista) con una certa curiosità, anche perché da quello che avevo letto “Anarchia” era sensibilmente diverso dal suo predecessore. Sapersi distaccare da un primo film di successo […]

04 Nov 2014

Grand Budapest Hotel

Wes Anderson è uno dei registi di culto della nuova generazione, e questo inevitabilmente me lo rende un po’ antipatico. I suoi film nascono evidentemente più dal cervello che dal cuore e sono altrettanto evidentemente monchi di una componente importantissima della narrazione classica: l’antagonista. L’abbiamo imparato a scuola, le storie devono avere un protagonista, un deuteragonista ed un antagonista, ma spesso in Anderson l’ultima figura manca, le sue sono storie dolceamare animate da un umorismo spiazzante e che non sempre […]