fbpx
logo

Tag : roccherrolle

16 Feb 2015

Ascoltinbrevis!

BULLETRAIN – Start Talking Sleaze rock svedese di buona qualità, a metà tra Guns’n Roses e Heat, con chitarre e corettini tipicamente anni 80. Per gli amanti del genere, un disco non imprescindibile (manca qualcosina, forse un singolo più melodico che faccia la differenza) ma sicuramente divertente. Il secondo disco (ecomemagari la prova live) potrebbe sorprendere. FABI, SILVESTRI, GAZZE’ – Il Padrone della Festa Da quando ho 17 anni ed ero un rockettaro capellone considero Daniele Silvestri e Max Gazzé […]

24 Dic 2014

Il mio disco di Natale

Sarajevo Nella città di Sarajevo c’è una antica piazza medievale circondata da edifici antichi. Al centro c’è una bellissima fontana di pietra, e ad un angolo c’è una chiesa millenaria con un gargoyle scolpito sul campanile. Per mille anni il gargoyle ha cercato di comprendere le emozioni umane, il dolore, le risate, ma anche dopo un millennio di contemplazione queste curiose caratteristiche dell’uomo rimangono ancora un mistero… This is the Time Siamo nel 1990, è caduto il muro di Berlino […]

14 Ott 2014

Ascoltinbrevis!

AMORAL – Fallen Leaves & Dead Sparrows Heavy / prog con qualche rimasuglio di death metal dalla Finlandia. Strumentalmente c’è qualche passaggio non male, il cantato è monotono e appiattisce il tutto. IN FLAMES – Siren Charms Nel panorama metal svedese gli In Flames sono sempre stati tra i miei preferiti, capaci di reinventarsi più volte ma in qualche modo di rimanere comunque piuttosto fedeli a loro stessi. Certo che il cambiamento in Siren Charms è piuttosto forte, le linee […]

08 Ott 2014

The Shrine – Bless Off

In un blog straniero ho trovato una recensione super-negativa di Bless Off, secondo disco dei The Shrine, che iniziava più o meno con “Sembra che mentre stavano registrando questo album icomponenti del gruppo pensassero di essere indietro nel tempo di trenta anni”. Cazzo se è vero. E non è certo un male! I The Shrine sono i figliocci più che legittimi dei Fu Manchu, con la loro commistione di hard rock anni 70, hardcore punk alla Black Flag ed una […]

07 Ott 2014

Il meglio (e il peggio) di settembre 2014

FILM – Il Capitale Umano Semplicemente uno dei migliori film italiani che abbia visto da anni a questa parte. (recensione qui) DISCHI – ELECTRIC WIZARD – Time to die Un altro disco davvero maestoso dai maestri del doom metal. Voi ascoltatevi gli U2, vai! FUMETTI – Dylan Dog #337 – Spazio Profondo Attendevo con molta curiosità il vero inizio della nuova gestione Recchioni di Dylan Dog. Il prossimo mese avremo le grandi novità, ma già questo Spazio Profondo è stata […]

27 Set 2014

La fogna del sabato #6: Enbilulugugal – The End Is Extremely Fucking Nigh

La notizia dell’uscita del nuovo album degli ENBILULUGUGAL mi ha riempito di gioia. Come ricorderete (???) avevo molto apprezzato (!!!) il loro precedente “The Day After”, ed è bello scoprire l’evoluzione musicale di un gruppo, è un po’ crescere insieme a loro, no? ENBILULUGUGAL – THE END IS EXTREMELY FUCKING NIGH The Day After era un colto concept album. Questo… boh, non lo so, non ho trovato informazioni a riguardo, ed ho qualche difficoltà a capire i testi. Per esempio […]

16 Set 2014

Ascoltinbrevis!

DARKER HALF – Never Surrender Heavy / thrash dall’Australia, caruccio ma dimenticabile. Gli manca uno spunto di originalità per fare si che rimanga in mente.  FOCUS – Golden Oldies Non un nuovo album, ma una ri-registrazione dei vecchi classici della progressive band olandese. Tenuto conto che i Focus sono geniali e spiazzanti anche nei pezzi che hanno quaranta anni, il disco è ottimo per i neofiti e sostanzialmente inutile per chi i Focus li conosce già! GAME OVER – Burst […]

26 Ago 2014

Blood God – Blood is my trademark

Pare, si dice, si mormora, che in ambienti metallari questi Blood God vengano perculati e derisi per il loro atteggiamento da poser scazzoni. Laggente del metallo ride di loro e li indica dicendo “ahahah, siete dei mentecatti e il mondo ha una brutta impressione del metallo per colpa vostra! Ora vado a riascoltarmi Pleasure Slave dei Manowar o I Cum Blood dei Cannibal Corpse loro si che sono persone serie! Per fortuna ho abbandonato da molti anni il mondo dei […]