logo

Venerdì Gnocca #177: Kahili Blundell

Kahili Blundell

Tra tre giorni sarà Natale, e forse domani sarà finita la follia degli acquisti che mi tiene impegnato per giornate intere al lavoro. In attesa di tornare al regolare ritmo di pubblicazione e lettura degli altri blog… cosa vorreste trovare sotto l’albero? No, perché io qualche idea ce l’avrei. Kahili Blundell, per esempio!

KAHILI BLUNDELL

Kahili Blundell

Scusi, mi può fare un pacchetto?

Kahili Blundell

Già mi piace il nome: Kahili! Sa di esotismo, avventure a Tahiti, immersioni nella barriera corallina. Il Kahili, scopro, è un simbolo della nobiltà hawaiiana, portato dai capi della dinastia dei Kamehameha. È… una specie di spolverino della swiffer, diciamo.

Hawaian kahili

Facciamo finta di niente. E dubito anche che i suoi genitori le abbiano dato questo nome in onore della Kahili dei Pokemon. Anche perché quando Kahili Blundell è nata i Pokemon ancora non esistevano… eh sì, questa super biondona australiana ha 36 anni, e direi quindi che possiamo ufficialmente definirla MILF!

Kahili Blundell

Il suo Instagram è molto seguito, la sua presenza nei social molto piena sin dal 2011, quando vinse un concorso come modella di costumi da bagno dell’anno. In effetti con quel fisico starebbe molto bene in Baywatch…

Kahili Blundell

E se qui Natale vuol dire freddo e neve, in Australia è piena estate, quindi il Venerdì Gnocca di oggi è perfettamente in tema, ok?

Kahili Blundell

Nella vita, oltre a fare la modella, fa la nutrizionista, la truccatrice e anche la Octagon Girl per la UFC. Oltre a presentare i vari round non disdegna di allenarsi personalmente, e ha una buona esperienza soprattutto nel Muay Thai. Io mi dichiaro già al tappeto, e vi lascio alle ultime foto!

Ah, e buon Natale 😛

Kahili Blundell

9 thoughts on “Venerdì Gnocca #177: Kahili Blundell”

  1. Questa è una bomba atomica. La conosco!!!!

    Non hai messo le foto di un servizio sulla spiaggia, quello è la morte!!! 😀

  2. Apperol…fino a stamattina per me Blundell era solo un discreto pilota di Formula 1 degli anni ’90. Meno male che adesso c’è anche la controparte femminile!

  3. “Il suo instagram è molto seguito” alla faccia con quelle argomentazioni si porta dietro può creare un culto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: